ANNUARIO DEI MIGLIORI VINI ITALIANI 2012 DI LUCA MARONI

10/01/2012

IL MIGLIOR VINO

Primitivo di Manduria
Cento Fuochi 2009 - Punteggio: 92/100

Consistenza: 32 – Equilibrio: 31 – Integrità: 29

Sensazioni: che sugo speziato intensissimo e dolce, ossidativamente integro, di viola, di amarasca e di mora. Suadente avvolgente, con le spezia sì in mentosa evidenza, ma con un frutto che ha vita, energia, intensità e nordico turgore. Anzi la fragranza, assieme alla morbidezza, si rivela la dote sensoriale più sviluppata di questo campione: il cassis è turgido, e i suoi toni balsamici e mentosi indotti dalle spezie non hanno previsto una sua eccessiva evoluzione ossidativa. Intensità e speziosità non a discapito della fragranza allora, semmai a clorofillosa esaltazione. Pronunciata e perciò apprezzatala morbidezza, con le note tanniche infittenti che trovano suadente contrappunto in rotondità e pastosità glicerinose da alto estratto. Il tutto reso con nettezza enologica tale da qualificar da gran vino, il complesso di doti sensoriali di questo maestoso, ricchissimo campione.

Impressioni del produttore: Il Centofuochi è un Primitivo di Manduria doc, frutto delle uve di un particolare cru del territorio di Manduria, il vigneto Bagnolo. L’olfatto regala una progressione di frutta matura, fichi e cacao, con piccole note di spezie e liquirizia. In bocca si esprime al suo massimo la confettura di amarene e si fa più intenso il cioccolato. E’ ottimo con ragù d’agnello, selvaggina e formaggi molto stagionati.